Libri

“Immigrazione e territorio – Lo spazio con/diviso”

download (3)di Gabriele Ottaviani

Se ciascuno di noi fosse veramente libero di scegliere dove andare a vivere, per quale quartiere optare, vicino a chi stare, che edificio abitare, etc., allora non si parlerebbe di segregazione residenziale. La realtà, invece, dimostra che esistono molti ostacoli che si frappongono tra gli individui e il mercato immobiliare e questi ostacoli sono fortemente collegati con alcune caratteristiche strutturali della popolazione: l’appartenenza etnica, il sesso, l’età, la classe sociale, la religione professata. In risposta a questa caratteristiche la città organizza i suoi spazi…

Immigrazione e territorio – Lo spazio con/diviso, Flavia Cristaldi, Patron editore. Non un semplice manuale, bensì uno strumento interessante per interpretare il nostro tempo. Perché la geografia, materia di cui l’autrice è docente universitaria, non è, con ogni evidenza, soltanto un argomento astratto, teorico, una delle tante parole sotto a cui si staglia un numero, nei quadri di fine anno: è concreta indagine della vita, della società, di dinamiche umane che compongono il nostro oggi, multietnico, multiculturale. Si parla, in questo testo, con linguaggio semplice e chiaro, di migrazioni, di città come organismi vivi, di emigrazione femminile, dimensione territoriale, questioni abitative, quartieri etnici, migrazioni ambientali, politiche migratorie, si affronta la questione nota con l’acronimo di NIMBY (Not In My Back Yard, ossia “non nel mio giardino”, slogan tipico di tante battaglie come per esempio quelle relative alla costruzione di discariche, che nessuno, per i noti problemi di inquinamento, desidera avere, pur magari riconoscendone l’importanza, troppo vicino a casa) e si parla persino dei quartieri dell’anima, ossia delle migrazioni in poesia e della poesia delle migrazioni, citando alcuni celebri e magnifici componimenti di autori come De Amicis, Pascoli e Campana. Per apprendere e comprendere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...