Libri

“Una spola di filo blu”

una spola di filo bludi Gabriele Ottaviani

Se soltanto non si fosse sentita così tagliata fuori, così estranea, così inutile.

Rendere la quotidianità straordinaria. È questo che riesce sempre ad Anne Tyler. E Una spola di filo blu (Guanda) non fa eccezione, anzi, se possibile in questo romanzo la caratteristica principale dello stile della scrittrice viene accentuata, sublimata, levigata, rafforzata, impreziosita. La protagonista è quella che si potrebbe tranquillamente definire con una sintesi che non va troppo per il sottile, ma certo efficace, una grande famiglia. Una di quelle che capita oramai di vedere più che altro soltanto in qualche film per la televisione, anzi, nemmeno lì. Nelle pubblicità. Nelle quali questi nuclei sembrano essere atomici nel vero senso della parola, ossia sprizzare luce da ogni poro e non conoscere le liti, i silenzi, le preoccupazioni: tutto passa, niente di brutto, nessuna nube esiste nel cielo che sormonta il soffitto della casa, tutto va bene davanti al tavolo della colazione imbandito ogni volta come se fosse una festa, con fiori freschi e stoviglie scintillanti. È una vera e propria saga quella della Tyler, un insieme di individui legati da affetto che sembrano muoversi come gli ingranaggi di un orologio ben revisionato. Eppure ognuno di loro ha i propri segreti. La vita vera è più complicata – e affascinante – delle favole: la Tyler lo sa. E ce lo ricorda. E ce lo racconta. Con affetto e un duplice sorriso, uno tenero, l’altro ironico.

Standard

Una risposta a "“Una spola di filo blu”"

  1. Pingback: “Una ragazza intrattabile” | Convenzionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...